• Think About


      le ultime dal blog

Come ordinare il cibo nel frigorifero.

Come ordinare il cibo nel tuo frigorifero?

Appena tornati dalla spesa, è importante mettere rapidamente gli alimenti al posto giusto secondo la loro rispettiva temperatura di conservazione, quindi alcuni andranno in cantina o nel ripostiglio e gli altri nel frigorifero o nel congelatore.

Bisogna però tenere conto di alcuni criteri per conservare con razionalità: nel ripostiglio occorrerebbe ordinare i prodotti mettendo quelli con la scadenza più ravvicinata davanti. Nel frigorifero, invece, è importante disporre gli alimenti tendendo a mente che la temperatura all’interno non è la stessa ovunque: tendenzialmente, più si va in alto e più la temperatura è elevata. Nel dettaglio:

 

 

Il posto più freddo è il ripiano appena sopra i cassetti con una temperatura intorno ai 2-3 C°. Su questo ripiano devono essere conservati i prodotti che richiedono più refrigerazione: carne e pesce fresco.

Nella parte mediana del frigorifero, dové la temperatura si trova tra  i 4°C e 7°C, è meglio disporre gli avanzi di cibi cotti, gli affettati, salse, sughi e tutti  gli ingredienti e gli alimenti che riportano la dicitura “conservare in frigo dopo l’apertura”.

La parte più calda si trova nel ripiano più alto del frigorifero con una temperatura tra fino a 8°-10°C. Su questo ripiano è opportuno collocare i formaggi, yogurt e latticini.

Nei cassetti, dove la temperatura raggiunge circa 10°C, è consigliabile riporci verdura e frutta, meglio se in sacchetti di carta.

La porta, infine, può ospitare alimenti che hanno bisogno solo di essere leggermente rinfrescati, come le bibite, le marmellate, il burro. Per le uova c’è l’apposito contenitore nella parte superiore.

Oltre a mettere gli alimenti al posto giusto, è importante rispettare alcune regole per conservare al meglio il cibo, ma anche per avere un frigorifero che consumi meno e duri di più:

  • Sbrinare regolarmente il frigo (se non lo fa da sé) e il congelatore: questo ne limita il consumo elettrico. Non richiedere al frigorifero di lavorare sempre al massimo delle sue possibilità permettendo un risparmio energetico e un allungamento della vita del frigorifero.
  • Non inserire alimenti caldi nel frigorifero. Anche in questo caso si evita di fare lavorare il frigorifero e si risparmia energia. Meglio lasciare raffreddare gli alimenti un paio di ore prima di metterle al fresco.
  • Non sovraccaricare il frigorifero. Questo perché impedisce la buona circolazione dell’aria che permette di mantenere le varie zone alla temperatura giusta.
  • Mettere gli alimenti cotti e gli avanzi in scatolette chiuse, per evitare che si diffonda odore nel frigo.
  • Pulire regolarmente le pareti e i ripiani con aceto bianco o acqua con bicarbonato di sodio.
  • Eliminare gli alimenti in cattivo stato.

 

Una buona conservazione è legata al mantenimento della catena del freddo, e il frigorifero è l’ultimo anello di questa catena! Thinkabout!